Madonna con Bambino

Opera prima dell'intervento

Il bassorilievo ligneo policromo raffigurante la Madonna in trono con il Bambino posato sulle ginocchia è racchiuso entro una cornice a edicola. L’iconografia trova riferimento nei dipinti di Bartolomeo Vivarini che ispirò la produzione artistica dell’epoca.

A Pola si trova un polittico attribuito a M. Moranzone al centro del quale è presente una Madonna con Bambino che ricorda la Madonna in oggetto.

Nel corso dei secoli il bassorilievo è stato oggetto di vari interventi di ridipintura e modifiche strutturali. 

L’obiettivo dell’intervento di restauro è stato quello di ridare leggibilità ad un’ opera molto manomessa il cui raffinato intaglio risultava appesantito dalle numerose stesure di preparazione e la policromia stravolta dalle ridipinture.

In particolare la rimozione delle sovrammissioni ha permesso di recuperare la raffinata aureola dorata lavorata a punzone. 

Un’altro dettaglio decorativo è la cimasa della cornice lavorata a traforo e che era stata stravolta da stuccature e sovrammissione di materiale.

Opera dopo l'intervento